Questo sito utilizza cookie tecnici per il tracciamento anonimo degli accessi. Utilizzando i servizi di questo sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni
Torna alla ricerca

Fonte: Atlante delle Feste Popolari del Piemonte / UniSG

Arti e mercanti

La manifestazione, che chiude il ricco settembre astigiano, nasce nel 1998, su iniziativa della CNA - Confederazione Nazionale dell’Artigianato di Asti, per scoprire il borgo, ove ha la propria sede provinciale, che era un importante luogo di confine del territorio comunale, nel quale nel XIII secolo vennero innalzati i bastioni della prima cerchia muraria cittadina. Enorme era il quantitativo di merci in transito alle porte del borgo, trasportate da mercanti astigiani e stranieri, che contribuirono a rendere nel medioevo la città di Asti ricca e potente.

In ricordo di quel periodo, l’area attorno alla Torre Rossa, torna per due giorni all’epoca medievale, attraverso la rievocazione di un mercato e della vita dell’epoca, con artigiani, mercanti, cavalieri, dame, contadini, popolani, musicanti.

Nel Borgo, in un’atmosfera in cui fiaccole, paglia e iuta sono gli elementi scenografici dominanti, vengono riproposti mestieri, attività commerciali, giochi, scene di vita quotidiana, consuetudini e costumi del 1300. Ogni anno viene scelto, come filo conduttore, uno specifico tema: ad esempio nel 2000 i pellegrini del Giubileo e l’antica via Francigena, nel 2006 la via del sale e il commercio della famiglia Asinari.

La giornata di sabato inizia alla sera con la cerimonia di apertura delle porte del Borgo alla presenza delle autorità; quindi prendono vita le botteghe, il mercato, le taverne, consentendo ai visitatori di tuffarsi nell’atmosfera trecentesca.

Domenica al mattino riaprono le botteghe e il mercato e riprendono le rappresentazioni. Da mezzogiorno nelle taverne si possono degustare piatti ispirati all’epoca medievale. Nel pomeriggio si svolge la sfilata storica del rione Santa Caterina e di quello vincitore del Palio di Asti dell’anno precedente, seguita dalla messa solenne nella chiesa di Santa Caterina, celebrata dal vescovo di Asti.

Dopo la funzione, ancora momenti di spettacolo e rievocazioni, fino al tramonto, quando si chiudono le porte del Borgo.

(AT), Italia Regionpiemonte
Geolocalizzazione: