Questo sito utilizza cookie tecnici per il tracciamento anonimo degli accessi. Utilizzando i servizi di questo sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni
Torna alla ricerca

Fonte: Granai della Memoria / UniSG
Categorie
intervista
Entità
Renato Dominici
Archivio:
Saperi del cibo
Autori:
Luca Percivalle, Dario Leone, Piercarlo Grimaldi
Renato Dominici

Renato Dominici

Intervistato nel 2010, Renato Dominici, classe 1925, gastronomo, ricorda l'importanza dell'acciuga dal punto di vista storico e culturale attraverso le ricette piemontesi: l'acciuga sotto sale consumata semplicemente con pane e burro, la bagna caùda e il "vero" bagnetto verde.L'intervista inizia con il racconto della preparazione della finanziera: "Un padre nostro di marsala e un amen di aceto..." L'unita' di misura e' il gusto che si esprime attraverso parole e preghiere che tutti conoscono, afferma Renato Dominici; con l'uso di esse trasmette il concetto dell'incontro a tavola: la sacralita'.Lo stare a tavola, racconta l'intervistato, diventa un rito, un momento in cui si consacrano i più bei rapporti umani, di lavoro e di affetti.Simbolo di questa sacralita' e' sicuramente la bagna caùda: "Unico piatto, un tempo, in cui tutti, riuniti a tavola, intingevano le verdure", piatto di condivisione.L'intervista prosegue con il racconto dal punto di vista storico e culinario dell'acciuga. 

Carmagnola (TO), IT Regionpiemonte
Geolocalizzazione: